38.4 Formazione e Informazione - Carta coreana, plastica e polimeri

09/05/14

                                                                                                Workshop Hanji

Nei giorni 5-6 Giugno 2014, presso la Biblioteca Trivulziana, a Milano, si terrà il workshop dal titolo: “L'impiego dell' Hanji, la carta di gelso coreana”.
La docente sarà Minah Song, Senior della conservazione di Opere d'Arte su Carta presso il Conservation Center for Art and Historic Artifacts (CCAHA) di Philadelphia, USA.
Per la partecipazione, strettamente limitata a 10 restauratori esperti di materiale cartaceo, è necessario scaricare il bando per borse di studio dal sito del Consolato Generale della Repubblica di Corea di Milano - Sezione Annunci, o cliccando sul link:
http://ita-milano.mofa.go.kr/worldlanguage/europe/ita-milano/mission/notice/index.jsp
La scadenza per la presentazione delle domande è il 12 maggio 2014, e seguiranno immediatamente le selezioni dei 10 vincitori. 
Nel pomeriggio del 6 giugno il workshop terminerà alla Biblioteca Trivulziana, con un momento di discussione e riflessione, aperto al pubblico.
Tutti i partecipanti  avranno la possibilità di vedere il Codice Trivulziano di Leonardo da Vinci, conservato presso la Biblioteca Trivulziana ed esposto qui per questa occasione speciale insieme ad una copia del JIKJI, il primo volume esistente stampato a caratteri mobili in metallo (1377), originario della Corea e conservato presso la Biblioteca Nazionale di Francia. Il numero massimo di partecipanti all’evento aperto al pubblico è di 80 persone, che dovranno inviare gentile conferma della propria presenza al seguente indirizzo e-mail: milano@mofa.go.kr , indicando nell’oggetto della mail “Korean mulberrypaper Workshop Scholarship Award- 130° Anniversary IT-KR- Inserire il PROPRIO NOME”.

                                                                    I polimeri nel trattamento dei manufatti policromi

E’ il titolo del seminario, tenuto da Leonardo Borgioli, che si terrà presso il Palazzo Vescovile di Piacenza il 23 maggio 2014, in orario 14.30-17.30, in cui si parlerà di materiali quali Aquazol, e resine alifatiche Regalrez, anche a confronto con materiali polimerici “classici” quali Paraloid, Beva, Plexisol.
Per l’iscrizione al seminario gratuito, che dovrà pervenire almeno dieci giorni prima della data stabilita, vi preghiamo di inviare una mail con i vostri dati, recapiti telefonici e di posta elettronica, al seguente indirizzo: susannapighi@curia.pc.it
Nella stessa sede, il 13 giugno 2014, si terrà un secondo seminario sul Consolidamento dei materiali lapidei, indirizzato in particolare agli architetti. Si faccia riferimento alla solita mail per ulteriori informazioni

                                                                                    La plastica nell’arte e per l’arte

A partire dalla Plastic revolution, artisti e designer hanno utilizzato le plastiche per la realizzazione di manufatti caratterizzati da un elevato valore artistico in sostituzione dei materiali tradizionali. Quindi un numero sempre maggiore di oggetti in plastica sono entrati a far parte di collezioni private e pubbliche dedicate all’arte moderna e contemporanea. Si è evidenziato – data la natura organica dei materiali plastici, la loro limitata resistenza al degrado e la loro specificità comportamentale – la necessità di provvedere alla identificazione di procedure di conservazione, di protezione e restauro diverse da quelle utilizzate per gli oggetti in materiali più tradizionali. La Fondazione Plart organizza per il secondo anno corsi articolati in Moduli Base e Moduli Avanzati.
Per maggiori informazioni www.fondazioneplart.it
-
-
-