23.4 Formazione e Informazione - Antigraffiti e incontri tecnici

30/06/10

Linee guida antigraffiti  


Lunedì 14 giugno si è tenuta, presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Bologna, Modena e Reggio Emilia, la conferenza stampa di presentazione del volume “Contro il vandalismo grafico”.
Nel volume si sono raccolti i risultati, scaricabili anche dal sito ufficiale www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/221/linee-guida-vandalismo-grafico, di uno studio condotto dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna (Arch. Carla di Francesco), la Soprintendenza (Arch. Paola Grifoni) ed il Comune di Bologna (Ing. Raffaela Bruni). La finalità del lavoro è stata quella di definire le Linee guida per la rimozione di scritte deturpanti da superfici architettoniche, in uno studio articolato che comprende una classificazione delle tipologie di imbrattamento, una schedatura ed una creazione di una banca dati, una sperimentazione condotta su vari cantieri-studio con l’individuazione dei materiali ottimali per la rimozione e successiva protezione delle superfici.
Senza entrare nel dettaglio delle varie operazioni che è necessario programmare (per cui rimandiamo al volume o al sito web), vogliamo evidenziare che tra i rimotori antigraffiti descritti nello studio, trova corrispondenza il nostro Art-Shield 4, una miscela di solventi in gel pronta all’uso
Per la particolare tipologia delle superfici architettoniche bolognesi (arenarie, laterizi, intonaci), di elevata porosità, si sono ottenuti i migliori risultati nella fase di protezione operando con un copolimero fluorurato elastomerico ad alto peso molecolare in solvente. E’ quindi possibile utilizzare il protettivo Fluoline HY, che presenta anche il vantaggio di un basso impatto cromatico. Nel caso di pietre chiare poco assorbenti, legno e metalli, è invece opportuno orientarsi su emulsioni acquose di polimeri paraffinici, come l’Art-Shield 1.
La sperimentazione e la parte tecnica sono state effettuate delle restauratrici Monica Bettocchi e Antonella Pomicetti della Soprintendenza Archeologica.
E’ da notare infine che la coppia Art-Shield 1/Art-Shield 4 era già stata individuata nel 2004 in uno studio ICR/ICCROM come soluzione idonea alla protezione di materiali lapidei compatti.

Cantiere Cuccagna


Non si tratta del cantiere ideale, sogno di ogni restauratore, ma di un “cantiere aperto” in piena attività; obiettivo: il restauro di una antica cascina ormai inglobata nel tessuto cittadino milanese.
Il 9 ed il 10 luglio si terranno vari incontri aperti a tutti dove verrà illustrato il lavoro svolto ed i metodi di restauro adottati. In particolare venerdì 9 C.T.S. sarà presente con il suo Ufficio Tecnico, illustrando le metodologie di pulitura delle superfici architettoniche maggiori informazioni su www.cuccagna.org .

Il mondo dell’archiviazione

Cinzia Nanni sarà la relatrice di due incontri tecnici sull’archiviazione di materiali fotografici e cartacei, che si terranno il 15 settembre a Vicenza, ed il 13 ottobre a Milano. Gli interessati sono invitati a rivolgersi con anticipo presso le relative sedi CTS, dato che il numero dei partecipanti sarà strettamente limitato a 20 (la sessione pratica di manipolazione dei materiali rende necessaria questa limitazione, per permettere l’interazione a tutti i partecipanti).

-
-
-