Warning: session_start(): open(/var/cpanel/php/sessions/ea-php54/sess_fn7nskl8nr3utt541k0jvkefl3, O_RDWR) failed: Disk quota exceeded (122) in /home/ctseurop/public_html/site/dettaglio-news.php on line 1
35.4 Formazione e Informazione - La formazione al primo posto… aspettando la ripresa del mercato!

35.4 Formazione e Informazione - La formazione al primo posto… aspettando la ripresa del mercato!

19/07/13

                                                                                                            Inaugurazione a Macerata  


Lo scorso 9 maggio è stata inaugurata a Montecassiano la nuova sede dell’Istituto per il Restauro delle Marche, alla presenza del Direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci.

L’Accademia di Belle Arti di Macerata è la terza in Italia ad ottenere l’autorizzazione ministeriale per svolgere alta formazione nel restauro, percorso di accreditamento inziato con il parere favorevole del CNAM del luglio 2011.

I lavori di adeguamento degli ambienti didattici e dei laboratori necessari per poter attivare il percorso formativo professionalizzante 2 del Corso Quinquennale a ciclo unico per la formazione di restauratori di beni culturali hanno riguardato gli ampi spazi dell’ex Convento di San Giovanni, con oltre 1000 m2 di superfici utilizzabili. 

Gran parte dei laboratori, che possiamo vedere in alcuni dettagli nelle foto a fianco, è stata allestita dal Dipartimento Progettazione e Allestimenti Laboratori di Restauro CTS.    

                                                                                                           Scientia ad Artem II


La seconda edizione di Scientia ad Artem dal titolo "Dall’Alluvione di Firenze ai Progetti di Ricerca Europei: la formazione del Diagnosta e dell’Esperto Scientifico come connubio tra Scienza e Conservazione dei Beni Culturali”, si è svolta nell’ambito delle celebrazioni per il Festival d'Europa 2013, i giorni 11-12 maggio, a Firenze. Grazie allo sforzo organizzativo del Corso di Laurea Triennale in Diagnostica e Materiali per la Conservazione e il Restauro e il Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Materiali per la Conservazione e il Restauro dell'Università degli Studi di Firenze è stato possibile visitare la mostra dei poster che descrivono i lavori di tesi dei laureati e dei dottorandi del Corso di Dottorato in Scienza per la Conservazione e i Beni Culturali.
Al termine della giornata di studio di sabato 12 si è tenuta una tavola rotonda sulle figure professionali quali il tecnologo-diagnosta e l’esperto scientifico per la conservazione e il restauro dei beni culturali, con interventi di Mauro Matteini, Cristina Acidini, Maria Bonelli e Leonardo Borgioli.     

                                                                                                    Archiviazione ed incontri tecnici  


Proseguono gli incontri che coinvolgono il settore dell’archiviazione, con una giornata dedicata alla rilegatura antica, che si svolgerà nel suggestivo ambiente della Certosa di Firenze, con relatori Padre Sisto ed i tecnici della Conceria Gentili, il 20 settembre 2013, mentre saranno ben due i successivi incontri sulla conservazione dei beni archivistici, a Firenze il 9 ottobre e a Lucca il 7 novembre. State sintonizzati!

L’appello


                                                                               In Sicilia ci sono 97 restauratori che aspettano da 13 anni!  


Nel 2000, alla Regione Sicilia, è stato bandito un concorso pubblico per Assistenti Tecnici Restauratori. Dopo 5 anni, nel 2005, si arriva alla graduatoria provvisoria e solo a seguito di ricorsi al TAR è pubblicata la graduatoria definitiva nel 2011. Una legge blocca però le assunzioni di coloro i quali non sono inseriti in una graduatoria definitiva entro il 2008. Questo almeno fino al 2015. Risultato? Nel 2013 ancora aspettano la conclusione dell’iter.
Al di la dello stato di diritto di questi 97 restauratori che forse hanno aspettato un po’ troppo, anche per le lungaggini burocratiche italiane dato che, secondo Alessio Mercanti presidente del Comitato dei vincitori di concorso non assunti, "In Italia non ci sono altri concorsi così in ritardo”, le ragioni di una politica che ha visto tagliare la spesa pubblica in materia di Beni Culturali di oltre la metà sono oscure. Non si dimentichi che questi restauratori svolgerebbero funzioni importanti: chi collauda l’opera di un restauro effettuato per conto di una Soprintendenza? Chi esegue i restauri urgenti nei musei e nelle aree archeologiche dove non ci sono restauratori? Chi farebbe risparmiare denaro pubblico restaurando per conto della Regione Beni culturali, il cui restauro andrebbe altrimenti appaltato all’esterno? In Sicilia anche l’Assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana ammette che avrebbero bisogno di restauratori e si sta impegnando (si parla di un disegno di legge) per concludere positivamente l’iter concorsuale.A proposito della spesa pubblica, si ricordi che i turisti arrivano in Sicilia, oltre che per le sue belle spiagge, per il fatto che siamo detentori di un patrimonio archeologico e culturale unico al mondo! Restauro quindi significa anche turismo e quest’ultimo lavoro. Voi cosa ne pensate?
-
-
-