Warning: session_start(): open(/var/cpanel/php/sessions/ea-php54/sess_35mmlrn5d73gml61do8137sib0, O_RDWR) failed: Disk quota exceeded (122) in /home/ctseurop/public_html/site/dettaglio-news.php on line 1
39.1 Ci Sono Anch'io - Alla difesa delle mura!

39.1 Ci Sono Anch'io - Alla difesa delle mura!

29/08/14

L’Italia possiede un tesoro spesso trascurato, i numerosissimi resti di mura difensive, risultato di una plurimillenaria stratificazione storica ed architettonica: mura etrusche, greche, romane, medievali e rinascimentali. Abbiamo mura ridotte a monconi e ormai avulse dal contesto, altre che delimitano ancora alcune zone della città, altre ancora quasi fagocitate dal tessuto architettonico cittadino, fino ad ospitare al loro interno civili abitazioni che usufruiscono a distanza di secoli della solidità di strutture nate per reggere i colpi delle catapulte prima, e dei cannoni poi. Talvolta le mura diventano un problema titanico per piccole amministrazioni che con i loro limitati budget si trovano ad affrontare problemi conservativi stratificati in secoli di incuria. Altre volte la conservazione delle mura diventa un fattore trainante per l’economia turistica della zona, come nei casi di Cittadella e di Sabbioneta. Alcune aree si sono addirittura coordinate per dare impulso alla salvaguardia di questi monumenti atipici, come l’Associazione Città Murate del Veneto,  nata nel 1997 con il patrocinio della Regione Veneto, con 38 Comuni aderenti. (www.cittamurateveneto.it)  

Proprio in Veneto tre importanti cinte murarie hanno visto in azione un prodotto CTS che unisce l’effetto consolidante all’azione biocida prolungata nel tempo: il Bio Estel. Infatti, un cocktail di molecole biocide e di silicato d’etile permette di intervenire su quelle che sono le principali problematiche in queste situazioni. Le mura presentano quasi sempre decoesione a livello delle malte, spesso anche degli elementi lapidei, e questo non solo per effetto di acqua e vento, ma anche per la crescita di microrganismi o addirittura di piante superiori. Erba, arbusti, piccoli alberelli come quelli di fico, hanno tutti  un effetto meccanico sulle aree di crescita, che nel caso dei piccoli alberi può essere devastante: in passato questo non rappresentava un problema, grazie ad una continua manutenzione, ma oggi si deve ragionare in termini di trattamenti di efficacia prolungata nel tempo. E’ infatti vero che solo in alcune rare situazioni di eccellenza si segue una programmazione nella manutenzione.  

E’ il caso di Cittadella, dove in questi giorni si sta applicando il biocida Biotin R, al fine di proteggere le superfici, ancora in buono stato, che erano state trattate anni prima con il Bio Estel.  

Nella “Foto 1” un momento dell’applicazione con Biotin R, eseguito da esperti rocciatori (Si ringrazia per la foto l’Architetto Ada Bianco)
 

Altri trattamenti con Bio Estel sono stati effettuati nel 2008 sulle mura di Monselice, in provincia di Padova, e su quelle scaligere di Soave, in provincia di Verona, risalenti al 1369.

Il primo cantiere relativo a cinte murarie in cui era stato impiegato questo prodotto, nel 2001, erano state le mura Farnesiane a Piacenza, mentre il prodotto Estel 1000, dal solo effetto consolidante, era stato applicato nell’anno successivo sulle mura romane dell’antica Tarraco (oggi Tarragona), in Spagna, risalenti al II secolo a.C., e che non presentavano problemi di attacco microbiologico.
Le mura di Tarragona, dichiarate dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità (“Foto 2”)      

Mura più antiche di quelle romane sono quasi sempre inserite in contesti di parchi archeologici, non solo come ruderi o residui di tracciati, ma talvolta anche ben conservate, come quelle di probabile fondazione greca di Castiglione di Paludi, in provincia di Cosenza, cittadina che ha avuto il suo apice sotto i bruzi (o bretti), nel III-IV secolo a.C. Anche queste mura sono state sottoposte a trattamento consolidante con Estel 1000.
Gli ultimi anni hanno visto il moltiplicarsi di questo tipo di interventi, grazie anche ad una accresciuta sensibilità e consapevolezza dell’importanza anche economica di questi apparati difensivi: in Spagna gli interventi con i prodotti della linea Estel e Biotin hanno interessato le mura di San Vicente della Sonsierra, vicino a La Rioja, quelle di Fuente Salada a Medina Sidonia, vicino Cadice, e quelle Merinies a Ceuta, mentre in Italia si fa riferimento a Vicopisano in comune di Pisa, al Cassero di Poggibonsi in provincia di Siena, e a quelle storiche di Loreto.
-
-
-