42.4 Formazione e Informazione - Corsi, convegni e scomparse

19/11/15

Scompare anche il Mowilith DS 5/2  

Dopo la dismissione dei Mowilith DMC2 e Mowilith SDM5, anche il Mowilith DS 5/2 ci lascia, dopo una breve apparizione durata 6 anni (2009-2015). Come fece l’azienda produttrice Hoechst nel 2009, così oggi la Celanese (che ha incorporato Hoechst) decide di dismettere la produzione di questo polimero morbido, molto usato nel settore del restauro tessile e non solo. Purtroppo non riteniamo i sostituti proposti adatti al nostro settore: troppo bassa la Tg (-8°C), rispetto a quella degli altri Mowilith (13-15°C) con il risultato di avere la formazione di un film appiccicoso a temperatura ambiente.
La proposta CTS è quella di sostituire il Mowilith con un polimero diverso dal punto di vista chimico (etilenvinilacetato invece di un copolimero dibutilmaleato-vinilacetato), sempre morbido ma non appiccicoso, con una Tg di 14°C. Il prodotto è il nuovo Eva Art, descritto nell’articolo 42.1 di questo Bollettino.

La maggior differenza da un punto di vista operativo è la diversa viscosità: nonostante che la percentuale di secco nelle dispersioni sia molto vicina (56% per il Mowilith, 50% per Eva Art), il defunto Mowilith era molto più viscoso (12.000 mPas, contro i 2.000 dell’Eva Art). Anche dal punto di vista meccanico i valori Mowilith/Eva Art sono molto simili, con una elasticità addirittura maggiore per la nuova proposta, con un allungamento a rottura dell’800% contro il 560% del DS 5/2. Infine un altro indubbio punto di forza dell’Eva Art è il pH=6, vicino alla neutralità, contro il pH=4, acido, dei Mowilith.   

Recupero del patrimonio archivistico e librario  

L’Unità Operativa 10  Beni Bibliografici ed Archivistici della Soprintendenza B.C.A di Siracusa insieme al Comune di Siracusa e in collaborazione con le Università di Palermo, Catania e Cassino e l’AICRAB Associazione Italiana dei Conservatori e Restauratori degli Archivi e Biblioteche, promuove un Convegno sul “Recupero, valorizzazione e fruizione dei beni bibliografici ed archivistici nelle strategie dei fondi europei” che si terrà a Siracusa il 3 e 4 dicembre 2015. L’iniziativa si pone come momento conclusivo di un percorso di approfondimento sulla conoscenza del patrimonio archivistico e librario della provincia di Siracusa, reso possibile grazie ai finanziamenti europei (PoFesr 2007-2013).
Per ulteriori informazioni e per dare la propria adesione rivolgersi alla segreteria organizzativa: Nadia Germano segreteria.seminarisiracusa@gmail.com
   

Corsi a Roma per Francia  

Dal 2 al 4 dicembre si svolgeranno a Roma dei corsi mirati alla conoscenza del mercato francese del restauro. I corsi propongono percorsi formativi che hanno lo scopo di acquisire tutte le informazioni necessarie per permettere a un restauratore di trovare lavoro in Francia, mentre per le aziende lo scopo sarà quello di acquisire tutte le informazioni necessarie per permettere la partecipazione ai bandi emessi da operatori pubblici in Francia.
Per maggiori informazioni:

http://it.atelier-cg.eu/wp-content/uploads/2015/09/FormationAO-IT.pdf
http://it.atelier-cg.eu/wp-content/uploads/2015/09/FormationEmploi-IT.pdf

-
-
-