Warning: session_start(): open(/var/cpanel/php/sessions/ea-php54/sess_u6cdm4r1ji2t6827ehgg30g3v6, O_RDWR) failed: Disk quota exceeded (122) in /home/ctseurop/public_html/site/dettaglio-news.php on line 1
48.3 Nuovi prodotti - Arriva il nuovo Templum

48.3 Nuovi prodotti - Arriva il nuovo Templum

31/08/18

I requisiti di un materiale per la riproduzione da calchi sono pochi, ma estremamente stringenti.
-  
Deve avere una fluidità tale da poter essere colato nella forma e poter seguire ogni minimo dettaglio.
§
-  
Deve indurire in tempi ragionevolmente brevi.

-  
Deve indurire senza ritiro o deformazione alcuna.
 
Molti dei materiali per la riproduzione presentano dei limiti: solitamente la resistenza meccanica non è elevata, quindi possono rompersi al minimo urto, e non possono essere forati nel caso si desideri agganciare la riproduzione tramite tasselli o barre in vetroresina. Altri prodotti invece sono difficilmente colorabili, oppure la loro viscosità porta inevitabilmente alla formazione di bollicine o di altre imperfezioni della superficie.

Templum Ceramica è la nuova formulazione della linea Templum Stucco® con cui si sono superate tutte le problematiche relative alla riproduzione di elementi di cui sia stato preso un calco.
Si tratta di una miscela di inerti e leganti selezionati, che additivata con acqua forma un’impasto molto fluido, colabile in un negativo in gomma siliconica o in gesso. Al termine della presa, che avviene a freddo e senza un forte sviluppo di calore, l’impasto assume la durezza e la consistenza della ceramica.
Si differenzia quindi dai classici materiali a base epossidica della linea Templum Stucco, che non possono essere colati ma solo stesi all’interno dei negativi, e anche perché il legante minerale richiede solo la semplice aggiunta di acqua, invece dell’aggiunta di un catalizzatore.
È così possibile ricostruire parti mancanti di materiale ceramico, e non solo, ed effettuare riproduzioni di oggetti in cui si richieda una elevata definizione.
Nel caso si utilizzino negativi in gomma siliconica non è necessario applicare un distaccante, che risulta invece indispensabile nel caso il negativo sia in gesso o in altro materiale poroso.
Templum Ceramica può essere colato anche con elevati spessori, e se necessario può essere riapplicato in più strati successivi, che aderiranno perfettamente uno sull’altro.
È possibile sia pigmentare Templum Ceramica in modo da ottenere la colorazione di tutto l’impasto, sia ritoccare la superficie con colori a tempera, acrilici, o a vernice.
Nel caso si utilizzi il Templum Ceramica per la riproduzione di elementi di cornici, è possibile stendere una mano di bolo per poi procedere con l’applicazione della foglia d’oro.
Grazie alla sua elevata resistenza meccanica e stabilità dimensionale, all’inerzia chimica e stabilità agli agenti atmosferici, gli elementi riprodotti possono essere posti in esterno, senza presentare le problematiche che si riscontrano con gessi o cementi, come la formazione di efflorescenze o la parziale solubilizzazione.
La resistenza all’acqua è tale da poter realizzare copie di statue o elementi decorativi da porre in ambienti molto umidi come fontane.
Lavorare con Templum Ceramica è molto semplice: una volta colorato l’impasto con terre od ossidi in polvere – se necessario – basta aggiungere il 30% in peso di acqua, miscelare e colarlo nella forma.
Non sono presenti sostanze pericolose, cosa che garantisce l’assenza di tossicità per l’operatore.

-
-
-