8/4 Formazione & Informazione - Agenda incontri

29/09/06

Incontri in Romania e a Siracusa

Parallelamente alla ripresa delle attività dopo la pausa estiva, CTS riattiva gli incontri tecnici, con due appuntamenti che interessano i restauratori siciliani e rumeni, ma non solo. Due incontri a Bucarest ed uno a Sibiu per i giorni 18, 19 e 20 Ottobre, mentre la settimana successiva, venerdì 27 Ottobre, si parlerà di consolidanti e protettivi per la pietra presso la sede di Siracusa dell’Università degli Studi di Catania (Corso di Laurea di Tecnologie Applicate per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali).
Vogliamo ricordare infine il 3° Congresso Internazionale Colore e Conservazione, organizzato dal Cesmar7 il 10 ed l’11 Novembre a Milano, Museo della Scienza e Tecnologia.


Uno strumento del mestiere

E’ finalmente disponibile in tutte le sedi CTS il poster “Solventi e solubilità per il restauro”, risultato di una lunga serie di test effettuati su un gran numero di prodotti.

Il nucleo del poster è costituito da una tabella che fornisce l’informazione sulla capacità solvente di 35 solventi tra i più utilizzati nel settore restauro, con 23 resine naturali e sintetiche. Incrociando la riga del solvente con la resina desiderata si ottiene una semplice risposta del tipo: “si scioglie/parzialmente/a caldo/non si scioglie”.


Il quadro delle solubilità è affiancato da una tabella dati, scelti tra quelli più significativi per le necessità del nostro settore, e che sono stati suddivisi tra dati relativi alla volatilità (temperatura di ebollizione, velocità di evaporazione, tensione di vapore e tensione superficiale), altri dati chimico-fisici (come peso molecolare, indice di rifrazione, viscosità e densità), e dati relativi alla sicurezza (punto di infiammabilità, DL50 e TLV). Infine tramite i parametri di solubilità (fd,fp,fh) è possibile effettuare le scelte relative all’utilizzo di miscele alternative di solventi a bassa tossicità, ed altre utili operazioni come la selezione per le puliture del solvente ottimale in base alle indicazioni del Test di Feller.
Qui sotto riportiamo un esempio rrelativo all'alcool etilico.

Una perdita

Il 16 Agosto il mondo del restauro ha perduto uno dei suoi rappresentanti più autorevoli. Il Professor Umberto Baldini era noto a tutti noi per la sua attività sia teorica (ricordiamo in particolare i suoi testi “Teoria del restauro e unità di metodologia”), che pratica, segnata dagli interventi durante la disastrosa alluvione di Firenze e dalla sua direzione dell’Opificio delle Pietre Dure prima, e dell’Istituto Centrale del Restauro poi.
Ho avuto il piacere di conoscerlo come direttore dell’Università Internazionale dell’Arte, dove ho insegnato.
Rimane il rammarico di non poter proseguire insieme nello studio di nuovi materiali per il restauro, un progetto che consideravo il proseguimento ideale della mia tesi di laurea, rivolta all’analisi dei materiali utilizzati nella pulitura degli affreschi della Cappella Brancacci, che lui amava e conosceva “dal dentro”, e su cui aveva scritto più volte. Tornare a pensare agli affreschi, collaborando con lui in un team di ricercatori provenienti da varie esperienze, era una cosa che mi riempiva di entusiasmo. Spero che tutti noi si possa proseguire la nostra attività nel settore con la stessa spinta e dinamismo. Arrivederci Professore.
                                                                                                                                                                               Leonardo Borgioli
-
-
-