16.2 Lavori in corso - Laboratori... di Classe!

30/09/08

Laboratori.... di Classe!
Sabato 12 luglio si è svolta la cerimonia di inaugurazione dei nuovi laboratori di restauro del Museo Archeologico di Classe (RA). "Dallo Zuccherificio al Museo Archeologico di Classe" è il titolo dato alla creazione del nuovo centro internazionale del restauro, portato a termine grazie al progetto B.A.R.C.A. nell' Adrias Kolpos ( Beni Archeologici Restauro e Conservazione nel mare Adriatico). Presente all'inaugurazione un vero "parterre de rois": Elsa Signorino, Presidente di RavennAntica - Fabrizio Matteucci, Sindaco di Ravenna - Carla di Francesco, Direttore Regionale per i Beni Culturali dell'Emilia Romagna – Massimo Ricci Maccarini, Assessore alla Cultura Provincia di Ravenna - Giorgio  Cozzolino, Soprintendente per i Beni Architettonici di Ravenna - Giuseppe Sassatelli, Università di Bologna e membro del Consiglio Superiore Ministero per i Beni Culturali - Antonio Panaino, Preside Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali Università di Bologna-Ravenna - Mons. Giuseppe Verucchi, Arcivescovo della Diocesi di Ravenna e Cervia - oltre ad altre personalità istituzionali, della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna ( partner importante del progetto) e dei partner Pao ( Paesi adriatici orientali): Città di Dubrovnich, Università di Spalato, Museo civico di Parenzo, Museum of East Bosnia, Università di Sarajevo e Serbian Unity Congres.
Durante la manifestazione, la Presidente di RavennAntica,Elsa Signorino, ha espresso il proprio ringraziamento e complimenti anche alla C.T.S S.r.l., quale fornitore unico degli impianti, degli arredi e della strumentazione di base dell'intera filiera dei laboratori di restauro, con grande soddisfazione del geom. Mauro Danese, presente all'inaugurazione in qualità di Amministratore Unico della C.T.S. S.r.l..
La nostra società, infatti, è stata incaricata dell'intero allestimento dei laboratori di restauro: dalla definizione della fase progettuale, con l'indispensabile collaborazione dell'arch. Berti e del geom. Di Paolo dell'Ufficio Tecnico del Comune di Ravenna, alla successiva fase operativa di installazione e collaudo; il tutto nella duplice ottica di utilizzo di sistemi tecnologicamente all'avanguardia e nel rispetto delle normative vigenti per la sicurezza degli operatori e dei locali, fino all'eccellente risultato apparso agli occhi dei presenti alla manifestazione.

http://www.ravennantica.it/primo_piano/pagina59.html


-
-
-