Warning: session_start(): open(/var/cpanel/php/sessions/ea-php54/sess_ivplqo63b9m85p8uqqo876mk92, O_RDWR) failed: Disk quota exceeded (122) in /home/ctseurop/public_html/site/dettaglio-news.php on line 1
22.2 Ci Sono Anch'io - Armadi di sicurezza e certificazioni

22.2 Ci Sono Anch'io - Armadi di sicurezza e certificazioni

24/03/10

Nel 2004 è entrata in vigore la norma EN 14470-1, che regolamenta la costruzione degli armadi di sicurezza per prodotti infiammabili.
C.T.S. distribuisce da anni gli armadi certificati CHEMISAFE®  prodotti dalla Arredi Tecnici Casarin.
Questa azienda,  leader del settore, con la propria produzione di armadi  CHEMISAFE®  è già in possesso da tempo di tutte le prove ed i certificati per 2 tipologie: TYPE 90 e TYPE 30

I costruttori e gli utilizzatori di tali articoli devono seguire questa normativa che stabilisce fondamentalmente questi punti principali:

  • La classificazione viene fatta mediante test al fuoco che dovrà dimostrare la “resistenza” degli armadi per intervalli di tempo di 15, 30, 60 fino al massimo di 90 minuti. In base alla resistenza testata si denominano gli armadi TYPE 15 … TYPE 90. Il precedente riferimento normativo DIN 12925-1 aveva solo due resistenze al fuoco: 20 e 90 minuti.
  • La classificazione indica un tempo (15-30-60-90 minuti) entro il quale il prodotto infiammabile all’interno dell’armadio non costituirà un pericolo per persone e cose, permettendo l’evacuazione dei locali e l’intervento in sicurezza dei Vigili del Fuoco.
  • Gli armadi devono essere testati da un laboratorio accreditato e certificato dal Ministero per prove al fuoco, singolarmente per tipologie e dimensioni. La prova consiste in pratica nella registrazione, tramite sonde, della temperatura che si raggiunge sui piani caricati con il massimo peso dichiarato dal costruttore. L’armadio, posizionato in un apposito forno, viene così “bruciato” e la temperatura interna registrata.
  • La chiusura automatica delle porte con una forza non superiore a 100 N entro un tempo limite di 20 secondi (gli armadi CHEMISAFE®  sono certificati con una forza di 10N).
  • Le guarnizioni termoespandenti devono garantire la sigillatura degli spazi tra la porta e le pareti dell’armadio in caso di aumento di temperatura, e ne deve essere controllato l’effettivo funzionamento.
  • Successivamente vengono valutati, secondo i punti costruttivi della norma, e dopo la visione dei test vengono certificati.
Gli armadi CHEMISAFE®  sono stati sviluppati negli anni con particolari accorgimenti come i piani spostabili in altezza e la chiusura a pedale con un dispositivo termico automatico, che si attiva nel caso che la temperatura ambiente superi i 50 °C.

Tutti questi accorgimenti permettono di prevenire i rischi derivanti da vere e proprie esplosioni, che potrebbero verificarsi nel caso di solventi contenuti all’interno di armadi in lamiera, oppure coibentati ma non certificati: oltre certe temperature, i solventi vaporizzano immediatamente dando luogo a miscele che, superata la temperatura di autoaccensione, danno luogo alla deflagrazione.

Quando si parla di sicurezza nei laboratori è necessario rispettare le più severe regole, non tanto per una questione legale, quanto per la personale salvaguardia. Nel settore restauro siamo purtroppo in una “zona grigia” in cui, vuoi per i ridotti controlli, vuoi per il gioco sottile delle terminologie, vengono ancora presentati come armadi per infiammabili degli oggetti che non lo sono (ad es. armadi non certificati per prodotti infiammabili con un estintore interno!). E’ quindi essenziale chiedersi: che certificazione ha l’armadio che ho acquistato (o che sto per acquistare)?

Cogliamo l’occasione per descrivere, tramite alcune foto, gli ambienti del nascente centro di restauro del prestigioso Museo Nazionale del Cairo, che si propone come uno tra i più grandi laboratori di restauro del mondo. Nel 2009 C.T.S. ha effettuato la fornitura, tra i vari materiali ed arredi, anche degli armadi di sicurezza per infiammabili CHEMISAFE®.


Nota: la norma è stata emanata secondo le direttive UNICHIM - Associazione per l'unificazione nel settore dell'industria chimica, e riporta il titolo “Armadi di stoccaggio di sicurezza all'incendio - Parte 1: Armadi di stoccaggio di sicurezza per liquidi infiammabili”. Data di recepimento: 31/08/2004
-
-
-